Donazioni alla Croce Bianca di Ciserano

Un’ambulanza in Etiopia grazie alla Croce Bianca di Milano, sezione di Ciserano. Alla fine di questo anno difficilissimo nel quale i soccorritori ciseranesi hanno aiutato tantissime persone  i volontari hanno deciso di mandare un’ambulanza in Etiopia. L’ennesimo gesto di solidarietà dell’associazione che, per l’anno prossimo, sta anche cercando nuovi volontari. Una sorta di circolo virtuoso quello messo in campo dall’associazione, che proprio quest’anno aveva a sua volta ricevuto in dono un nuovo mezzo da Hilti Italia

Mazza: “Un anno difficile, ma siamo felici di aver aiutato tante persone e di aver ricevuto aiuto da altrettante

“Cari amici – ha scritto il presidente Giancarlo Mazza in una lettera destinata a tutti i cittadini – ci accingiamo a lasciarci alle spalle un 2020 che ci accompagnerà per tutta la vita e che verrà riportato nei libri di storia. Ma inevitabilmente la vita continua e quindi uniti andiamo avanti a combattere questa battaglia. È stato un anno difficile su tutti i fronti, ma ci affianca una soddisfazione: quella di aver aiutato tantissime persone ed essere stati aiutati da altrettante.

Grazie all’Amministrazione comunale, al sindaco, alla Giunta, al Consiglio Comunale e a tutti i cittadini per il sostegno, la vicinanza e la collaborazione. Grazie alla comunità della salute  per averci dato la possibilità di mettere in campo la nostra esperienza e la nostra capacità di fare logistica e aiutare il prossimo. Grazie a Hilti Spa per averci donato una nuova ambulanza. Grazie a tutti voi per il vostro sostegno. Siamo felici di comunicarvi che abbiamo dismesso un ambulanza, la 371, e vi annunciamo che verrà donata presso una struttura in Etiopia gestita da suore e volontari. Un piccolo gesto per un grande e concreto aiuto.

I volontari hanno deciso di mandare un’ambulanza in Etiopia, a sostegno di una missione gestita da suore e volontari

Con la speranza che questo anno sia servito da stimolo e da insegnamento, vi informiamo che a breve inizierà un nuovo corso per la preparazione dei volontari, dei quali si ha sempre bisogno, soprattutto nel sistema sanitario di questo nostro Paese nel quale il volontariato è parte integrante. Sperando che questo nuovo anno che a breve avrà inizio sia migliore, anche se magari solo di poco rispetto al 2020, a tutti voi auguro buon anno”.

Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie
×

Ciao!

Da oggi puoi scriverci anche su  whatsapp!

×