Anonimo dona 9mila euro al comune “Così mi ha insegnato mia mamma”

Dona 9mila euro al comune

Dona 9mila euro al Comune di Verdellino, ma non vuole assolutamente che venga svelata la sua identità.Una storia decisamente sui generis quella di un imprenditore verdellinese che ha voluto fare un gesto solidale nei confronti dei più bisognosi, ma senza volersi fare pubblicità . Gli abbiamo promesso di non rivelare il suo nome, ma lo abbiamo rintracciato e gli abbiamo chiesto cosa l’abbia spinto a donare una somma così considerevole al Comune e perché abbia deciso di restare anonimo.

“Davanti a questo periodo di difficoltà ho avuto il forte desiderio di fare qualcosa per il mio paese, per la gente del mio paese.”

“Non c’è una vera e propria motivazione razionale, sono i valori che mi ha trasmesso mia mamma. Mi ha sempre detto che chi ha la possibilità di farlo deve aiutare il prossimo. Io sono fortunato perché ho la disponibilità finanziaria per fare un gesto del genere, ma so che in questo momento ci sono moltissime persone in difficoltà. Persone che hanno perso il lavoro, famiglie con figli disabili e tante altre situazioni davvero gravi a cui non sempre le istituzioni riescono a dare un aiuto. 

Quindi ho contattato il Comune per chiedere cosa potevo fare e sono stato indirizzato alla Protezione Civile di Verdellino. L’ho fatto di vero cuore, con molto piacere”. E’ così che, in diverse tranche di buoni per fare la spesa, l’imprenditore è arrivato a donare 9 mila euro al Comune, che li ha distribuite alle famiglie individuate dai servizi sociali. Un gesto che l’imprenditore non ha nemmeno voluto che fosse pubblicizzato, chiedendo di rimanere anonimo. “Non ho voluto comparire, non voglio che sia fatto il mio nome.

Non voglio che le persone pensino che l’ho fatto per farmi in qualche modo pubblicità, per farmi vedere o per sentirmi ringraziare. 

Perchè non sono state queste le mie motivazioni. Credo che sia giusto che si sappia che c’è la possibilità di fare donazioni al comune per aiutare le persone in difficoltà, indipendentemente dal fatto che l’abbia fatto io o un altro”. Una bella storia da cui prendere esempio, ognuno per quanto può

Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie
×

Ciao!

Da oggi puoi scriverci anche su  whatsapp!

×