Francesco Nicotra squadra

Francesco Nicotra, campione di atletica: "Sarò sempre di Zingonia, senza se e senza ma"

Da Zingonia ai campionati italiani su pista master di atletica ad Arezzo. Francesco Nicotra, 42enne residente a Osio Sotto, si è aggiudicato la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 nella categoria M45. Un nuovo successo che si va ad aggiungere al già nutrito palmarès di Francesco, che può contare su 4 campionati italiani e 3 regionali. Una serie di successi che, come lui stesso ci ha raccontato, sono arrivati quando la maggior parte degli atleti generalmente si ritiene “a fine carriera”.

Francesco Nicotra: “La medaglia più bella? Il bronzo del 2019. Uscivo da un infortunio bruttissimo, ma con forza e determinazione ce l’ho fatta”.

“Come tante passioni, anche il mio amore per l’atletica è nato a scuola. Quando si facevano le prime gare di velocità le vincevo sempre, mentre sulle gare di resistenza non ero molto bravo. Ma poi da ragazzo non mi sono mai impegnato più di tanto nell’atletica, pensavo di più a divertirmi. Ho iniziato a fare sul serio quando sono diventato “master”, dopo i 40 anni. Dal 2017 corro per la “Fratellanza Modena 1874”.

Un percorso non privo di ostacoli quello di Francesco, che nel 2019 ha subito un brutto infortunio al tendine d’achille: “Avevo così tanto male da non riuscire nemmeno a stare in piedi o a camminare – racconta – ho fatto tante terapie, tanta riabilitazione e alla fine sono riuscito a recuperare in tre mesi quello che avrei dovuto recuperare in sei. Nel giugno 2019 sono riuscito a partecipare ai campionati italiani di staffetta nella categoria M45 e ho portato a casa un terzo posto. Ma quella medaglia di bronzo è forse la più bella che io abbia mai vinto”.

Anche questo 2020 non è stato semplice per Francesco che, come tantissimi sportivi, professionisti e non, ha dovuto arrangiarsi ad allenarsi come poteva: “Come tutti mi sono allenato come riuscivo, a casa, in garage. Ho trovato il modo fino a che non è finito il lockdown. Sabato è stata dura perchè alle 14 ho corso i 100 metri, dove ho ottenuto un decimo posto assoluto, e alle 21 abbiamo corso la staffetta 4×100. È stato già un successo riuscire a gareggiare viste le condizioni, diciamo che questo 2020 è stata un’annata indimenticabile in ogni senso”. Preparatore atletico e allenatore di un gruppo di bambini per le Frecce gialloblu di Brembate Francesco ora abita con la moglie a Osio Sotto, ma è nato e cresciuto a Zingonia.
Con le mie vittorie spero di portare alto il nome di Zingonia – spiega Francesco Nicotra – sono nato e cresciuto lì e sarò sempre di Zingonia, senza se e senza ma”. 
“Zingonia è, insieme a Osio, il posto che identifico come casa. Sono i luoghi della mia infanzia, mia mamma abita ancora lì e ci torno tutte le domeniche con piacere. Con le mie vittorie spero di poter dare un piccolo contributo per l’immagine di Zingonia: è un posto da cui, a dispetto di quanto si dica, si può venire fuori bene, si possono fare grandi cose. Penso che Zingonia abbia grandi potenzialità e che siamo sulla strada giusta per uscire da un momento non bello. Credo che con la determinazione si possa fare tutto, è quello che insegno anche ai miei ragazzi. Io sarò sempre di Zingonia, senza se e senza ma”.
Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie

Lascia un commento

×

Ciao!

Da oggi puoi scriverci anche su  whatsapp!

×