coro di nembro a Verdellino

Il coro di Nembro a Verdellino per ricordare le vittime del Covid

Serata emozionante mercoledì con il concerto del coro di Nembro a Verdellino per ricordare le vittime del Covid. Una serata all’insegna della memoria, della fede e della musica, una serata di comunità per dare un ultimo saluto a chi purtroppo non ha potuto averlo nel momento più duro della pandemia.

Due paesi, Nembro e Verdellino, uniti dal dolore delle tante perdite causate dal Coronavirus

Una, in particolare, ha unito i due paesi ancora più strettamente: quella di Monsignor Eugenio Scarpellini, vescovo verdellinese scomparso in Bolivia che prima di partire per la sua missione durata oltre 30 anni in Sudamerica era stato per diversi anni parroco proprio a Nembro.

Insieme alle voci angeliche del Coro di
Nembro a Verdellino sono saliti sul palco anche Umberto Valois e Eleonora Mazzoleni, figli di Vincenzo e Eugenio, due colonne portanti della comunità verdellinese strappati troppo presto all’affetto delle loro famiglie e dei loro innumerevoli amici dal Covid-19.

Nelle loro parole, nonostante il dolore per la terribile perdita subita, condiviso con tante, troppe famiglie, anche però la speranza che la terribile esperienza vissuta ci abbia cambiati, facendoci rendere conto delle cose veramente importanti della vita. Come ha detto Eleonora Mazzoleni, figlia di Eugenio

“Assaporiamo ogni gesto familiare, non litighiamo per cose futili perchè, credetemi, la vita in un attimo ci può travolgere in pieno e portarci via quello che abbiamo di più caro”.
Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie
×

Ciao!

Da oggi puoi scriverci anche su  whatsapp!

×