Protezione Civile di Verdellino, una giornata con i volontari durante l’emergenza sanitaria

Protezione Civile di Verdellino
Riproduci video

I volontari della Protezione Civile di Verdellino, insieme all’Anc e ai poliziotti volontari, sono impegnati dal mattino alla sera ogni giorno per aiutare la popolazione nell’emergenza da Coronavirus. Sono loro che presidiano la farmacia e le poste per evitare assembramenti di persone e garantire che tutto si svolga nella massima tranquilllità. E sono ancora loro che si occupano di ritirare le ricette dai medici e portarle a casa o in farmacia, per la consegna a domicilio anche dei medicinali. Sempre loro stanno consegnando le mascherine alla popolazione e i buoni spesa a chi ne ha fatto richiesta. E proprio loro, i volontari della Protezione Civile di Verdellino, si sono messi a disposizione della Caritas per consegnare a domicilio i pacchi con i generi alimentari di prima necessità.

Il supermercato Famila ha attivato il “carrello sospeso”. Ad oggi abbiamo raccolto circa 6 carrelli pieni di cibo, circa 150 Kg di generi alimentari che vengono poi distribuiti alle famiglie in difficoltà 

“Ogni mattina – spiega il responsabile Claudio Bonetti – ho una riunione telefonica con l’assessore Elena Aldegani che mi fornisce le liste delle persone che hanno bisogno di aiuto e con Franca Cremaschi, la responsabile della Caritas di Verdellino. Ci ritroviamo al centro sociale dove predisponiamo i pacchi da consegnare. I pacchi vengono costruiti sulla base dei componenti del nucleo familiare e contengono pasta, riso, legumi, olio, latte ma anche prodotti per l’igiene personale. In questo periodo di Pasqua abbiamo anche inserito una colomba o dei biscotti all’interno di ogni pacco.

Dobbiamo ringraziare il supermercato Famila che ha attivato l’inziativa del “carrello sospeso e tutte le persone che stanno donando cibo. Tutte le sere noi volontari passiamo da loro e raccogliamo quello che è stato donato. Ad oggi abbiamo raccolto circa 6 carrelli pieni di cibo, circa 150kg di generi alimentari che vengono poi distribuiti alle famiglie in difficoltà”.

 

E di persone in difficoltà, a causa dell’emergenza sanitaria che ha costretto molte persone a rimanere a casa dal lavoro, ce ne sono tante. Sono per lo più famiglie, persone di tutte le nazionalità e di tutte le età che si ritrovano ad aver bisogno di un aiuto per poter mangiare o dare da mangiare ai propri figli. Persone di grande dignità che non mancano mai di ringraziare, con un sorriso celato dalla mascherina, i volontari che si adoperano per la comunità. Qualcuno, come a voler ricambiare in qualche modo il bene ricevuto, si offre anche come volontario.

Qui a Verdellino e Zingonia “uniti si vince”

Dicono che noi, gente moderna, abbiamo perso il senso della comunità e dell’aiuto reciproco. Ma passando una giornata con i “ragazzi” (così li chiama il loro presidente Claudio) della Protezione Civile di Verdellino, si direbbe tutto il contrario. La comunità di Verdellino e Zingonia non è mai stata così unita come in questo momento così drammatico. Qui nessuno viene lasciato indietro e per ogni problema si trova una soluzione. Qui, a Verdellino e a Zingonia “uniti si vince” non è solo un modo di dire, “Insieme ce la faremo” non è solo una frase fatta. Insieme ce la faremo davvero.  

Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie
×

Ciao!

Da oggi puoi scriverci anche su  whatsapp!

×